Chi siamo

Fondata ufficialmente nel 1999, l'associazione A.T.OMO. è nata con lo scopo di veicolare, attraverso la passione comune per il tennis dei soci, un messaggio contro i pregiudizi delle persone omosessuali e a favore di una piena integrazione di gay e lesbiche nella società civile.
In questi anni l'A.T.OMO. è cresciuto fino ad organizzare, sin dal primo anno di fondazione, il più importante evento sportivo di questo genere in Italia: l'Italia Gay Open (IGO), che riunisce ogni anno decine di giocatori da ogni nazione del mondo. Per l'anno 2001 l'IGO ha ricevuto il patrocinio della Provincia di Milano.
L'associazione ha un nucleo stabile di circa cinquanta tennisti tra uomini e donne, non solo omosessuali. Durante l'anno, ha il suo principale momento di incontro in occasione dei doppi domenicali presso Tennis Club Corvetto in via Fabio Massimo, 15/4 - Milano - MM3 'Porto di Mare'. Si gioca tutti assieme, uomini e donne, bravi e meno bravi, a rotazione, per permettere a tutti di giocare e di divertirsi.

Introduzione
Articolo 1

È costituita con sede a Milano in via Conchetta, 2 un'associazione sportiva e ricreativa che assume la denominazione di "A.T.OMO. Associazione Tennisti Omosessuali" e ha durata illimitata.

Articolo 2

L'associazione può svolgere attività nei settori dello sport e della ricreazione, senza finalità di lucro e senza distinzioni di religione, politica, razza o altro.

Articolo 3

Sono compiti dell'associazione:

  • Contribuire allo sviluppo sportivo, culturale e civile dei cittadini e alla sempre più ampia diffusione della democrazia e della solidarietà nei rapporti umani.
  • Favorire l'estensione e la diffusione dello sport del Tennis, organizzando per gli iscritti, tornei e manifestazioni sportive, in un contesto competitivo non violento, promuovere in Italia e all'estero contatti con altre realtà sportive analoghe nonché iniziative, stages, incontri, servizi, attività.
  • Porsi contro la discriminazione delle persone omosessuali nel contesto sociale e sportivo, rendendo visibile il binomio omosessualità/sport.
  • Avanzare proposte agli enti sportivi e pubblici partecipando attivamente alle forme decentrate di gestione democratica del potere locale, per un'adeguata programmazione sul territorio.
  • Far conoscere i benefici della pratica del Tennis partecipando a competizioni sportive e aderendo ad Enti di promozione o Federazioni Sportive Nazionali o Internazionali.
  • Assistere gli associati nella scelta e nell'acquisto di vestiario e attrezzature sportive, promuovere iniziative culturali che siano da supporto allo sviluppo personale ad alla diffusione dei principi e dei valori sportivi e associazionistici.
  • Richiedere sponsorizzazioni, contributi e agevolazioni per l'uso di impianti sportivi da mettere a disposizione dei propri soci, come palestre per la formazione e il mantenimento fisico dei soci ecc.
  • L'associazione potrà gestire e possedere, prendere o dare in locazione qualsiasi tipo di impianto sportivo sia immobile che mobile, fare accordi con altre associazione o terzi in genere, nonché trasferire la propria sede od aprire sedi secondaria in Italia o all'estero.
  • Gestire uno spaccio interno condotto direttamente, ad uso esclusivo dei propri soci per la somministrazione di alimenti e bevande che diventi il punto di incontro e il luogo dove vengono ideate e organizzate le varie iniziative e manifestazioni di carattere sportivo-ricreativo.
  • Porre in essere operazioni di natura commerciale in conformità alla normativa in vigore in materia di enti non commerciali.

Soci
Articolo 4

Il numero di soci è illimitato; all'associazione possono aderire tutti i cittadini italiani e non di ambo i sessi che abbiano compiuto il 18° anno di età. Per i minori di anni 18 sarà necessario il consenso scritto di chi esercita la patria potestà il quale avrà diritto di voto in assemblea.
L'ammissione a socio è subordinata al versamento della quota sociale, stabilita annualmente dall'assemblea e non sarà in alcun modo rimborsata.
I soci si distinguono in ordinari e sostenitori:

  • sono soci ordinari coloro che hanno versato la quota annuale di associazione;
  • sono soci sostenitori coloro che versano un contributo annuale volontario.

Articolo 5

I soci ordinari hanno diritto a frequentare la sede, a partecipare o delegare altro socio di loro fiducia alle Assemblee Ordinarie e Straordinarie, a partecipare a tutte le manifestazioni indette dall'associazione con le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo.

Articolo 6

Per essere ammessi a socio è necessario presentare domanda al consiglio direttivo con l'osservanza delle seguenti modalità e indicazioni:

  • indicare nome e cognome, luogo, data di nascita e residenza;
  • dichiarare di attenersi al presente statuto e alle deliberazioni degli organi sociali.

La presentazione della domanda di ammissione a socio da diritto a ricevere la tessera sociale.
La ratifica può essere intesa anche per silenzio-assenso. Nel caso la domanda venga respinta, l'interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncia in via definitiva il Consiglio Direttivo nella sua prima riunione.

Articolo 7

La qualifica di socio si perde per decesso, dimissioni, morosità, esclusione.

Articolo 8

I soci sono tenuti

  • Al pagamento della quota sociale (eventualmente ripartita in diverse soluzioni);
  • All'osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie. Qualora il pagamento ripartito in frazioni della quota sociale venga senza giustificato motivo interrotto, spetterà al Consiglio Direttivo la decisione di non rivalersi sulle restanti quote.

Articolo 9

I soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi:

  • quando non ottemperino alle disposizioni del seguente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;
  • quando in qualunque momento arrechino danni morali e materiali all'associazione.

Le espulsioni e le radiazioni verranno decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi membri.
I soci radiati per morosità potranno, dietro domanda scritta, essere riammessi pagando una nuova quota di iscrizione.
Tali riammissioni saranno deliberate dal Consiglio Direttivo alla prima riunione.

Patrimonio sociale
Articolo 10

Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito:

  • dal patrimonio mobiliare e immobiliare di proprietà dell'associazione;
  • dai contributi, erogazioni, lasciti diversi fermo restando le disposizioni degli artt. 600 e 786 c.c.
  • dalle quote sociali;
  • dal fondo di riserva.

Articolo 11

Le somme versate per la tessera sociale e le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso.

Bilancio
Articolo 12

Il bilancio comprende l'esercizio sociale dal 1/1 al 31/12 di ogni anno e deve essere presentato all'assemblea dei soci entro il 30/4 dell'anno successivo alla chiusura.

Articolo 13

Il residuo attivo del bilancio sarà devoluto come segue:

  • 10% al fondo di riserva;
  • Il rimanente a disposizione per iniziative di carattere assistenziale, culturale, sportivo, e per i nuovi impianti di ammodernamento delle attrezzature.

Assemblea ordinaria
Articolo 14

L'assemblea ordinaria è convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo almeno una volta l'anno e non oltre quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale con lettera inviata ai soci ordinari, almeno quindici giorni prima dell'adunanza, contenente avviso con ordine del giorno, il luogo, la data e l'ora dell'adunanza e potrà essere tenuta anche fuori dalla sede sociale; hanno diritto a intervenire all'assemblea, o delegare altro socio di loro fiducia, tutti i soci ordinari in regola con il pagamento della quota annuale di associazione.
È ammessa una sola delega per socio.

Articolo 15

L'assemblea ordinaria deve essere convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo quando ne sia fatta richiesta scritta motivata da almeno un terzo dei soci ordinari.

Articolo 16

In prima convocazione l'assemblea è valida se presente almeno la metà più uno dei soci, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci presenti. Per la validità delle deliberazioni occorre la maggioranza assoluta dei presenti.

Articolo 17

L'Assemblea Ordinaria delibera:

  • Sul bilancio d'esercizio;
  • Sul bilancio preventivo;
  • Sulla quota annuale dell'associazione;
  • Sulla nomina del Consiglio Direttivo;
  • Approva le linee generali del programma di attività per l'anno sociale;
  • Sulla nomina del Collegio dei Revisori se istituito;
  • Sugli eventuali rimborsi spese per i Consiglieri.

Assemblea straordinaria
Articolo 18

L'assemblea Straordinaria è convocata dal presidente del Consiglio Direttivo con lettera inviata ai soci ordinari almeno dieci giorni prima dell'adunanza, contenente avviso con l'ordine del giorno, il luogo, la data, l'ora dell'adunanza e potrà essere tenuta anche fuori dalla sede sociale; hanno diritto ad intervenire all'Assemblea o delegare altro socio, tutti i soci ordinari in regola con il pagamento della quota annuale di associazione.

Articolo 19

L'Assemblea Straordinaria deve essere convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo quando ne sia fatta richiesta scritta da almeno due terzi dei soci.

Articolo 20

In prima convocazione l'Assemblea è valida se sono presenti almeno i tre quarti dei soci, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti. Per la validità delle deliberazioni occorre la maggioranza assoluta dei presenti.

Articolo 21

L'Assemblea Straordinaria delibera:

  • Sulle modifiche dello Statuto;
  • Sui ricorsi dei soci avverso provvedimenti disciplinari inflitti dal Consiglio Direttivo;
  • Sullo scioglimento dell'Associazione.

Norme comuni all'assemblea ordinaria e straordinaria
Articolo 22

Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto, in questo secondo caso, quando ne faccia richiesta i 3/10 dei presenti.

Articolo 23

L'Assemblea sia Ordinaria che Straordinaria è presieduta da un Presidente eletto dall'assemblea stessa e da un segretario, le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito libro verbali.

Consiglio direttivo
Articolo 24

Il Consiglio Direttivo è nominato dall'Assemblea ordinaria dei soci.

Articolo 25

Il Consiglio Direttivo si compone di un minimo di cinque ad un massimo di undici consiglieri, scelti tra i soci che durano in carica tre anni e possono essere rieletti.
In caso di dimissione o decesso di un consigliere, il Consiglio provvede alla sostituzione con la persona che nell'ultima votazione dell'Assemblea Ordinaria dei soci, ha ottenuto il maggior numero di voti fra i non eletti.

Articolo 26

I membri del Consiglio eleggono, scegliendoli fra loro:

  • Il Presidente;
  • Il Vice Presidente;
  • Il Tesoriere.
  • Tutte le cariche sociali sono onorifiche e non danno diritto ad alcun compenso.

Articolo 27

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta lo ritenga necessario la presidenza e almeno una volta al mese, quando ne facciano richiesta motivata la metà dei consiglieri.

Articolo 28

Il Presidente è il legale rappresentante dell'Associazione, in caso di assenza o impossibilità è sostituito dal Vice Presidente.

Articolo 29

Il Consiglio ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione ed è l'Organo competente ad infliggere, qualora se ne verificasse il caso, provvedimenti disciplinari a carico di soci o di tesserati (richiamo verbale, richiamo scritto, sospensione, espulsione, ammenda, ecc…). A titolo di esempio, sono compiti del Consiglio Direttivo:

  • Redigere i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall'assemblea dei soci;
  • Curare l'esecuzione delle deliberazioni assembleari;
  • Redigere il bilancio consuntivo e preventivo;
  • Formulare il regolamento interno da sottoporre all'approvazione dell'assemblea;
  • Aprire conti correnti bancari intestati all'associazione;

Articolo 30

Le deliberazioni del Consiglio Direttivo vengono prese a maggioranza assoluta dei presenti. Il numero minimo di Consiglieri presenti per la validità delle riunioni è la metà più uno compreso il Presidente.
In caso di parità di votazione il voto del presidente vale doppio.
Il Consiglio Direttivo per un maggior funzionamento, può dotarsi di un regolamento interno.

Collegio dei revisori
Articolo 31

Il Collegio dei revisori, qualora per particolari motivi di certificazione, dovesse rendersi necessario si comporrà di tre membri effettivi e due supplenti eletti dall'Assemblea Ordinaria e scelti fra i soci
I Revisori durano in carica quattro anni e sono rieleggibili.
La carica di revisore è onorifica e non da diritto ad alcun compenso.

Scioglimento dell'associazione
Articolo 32

La decisione dello scioglimento dell'Associazione spetta all'Assemblea Straordinaria con le modalità previste dagli artt. 18, 19, 20, 21 del presente Statuto. L'Assemblea delibera, inoltre, sulla destinazione del Patrimonio Sociale, dedotte le passività per uno o più scopo stabiliti dal presente Statuto.

Disposizioni finali
Articolo 33

In caso di controversie, i soci si affideranno al giudizio inappellabile di un Collegio Arbitrale composto da tre soci ordinari, mentre il presidente del collegio sarà scelto dal Presidente del Tribunale.

Articolo 34

Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto troveranno applicazione le disposizioni previste dagli articoli 36 e seguenti del Codice Civile.

Premessa

Il seguente documento, approvato dall'Assemblea dei soci a maggioranza, è da considerarsi parte integrante dello statuto A.T.Omo.. Sottoscrivendo la tessera socio e/o partecipando a una qualunque attività dell'associazione (tornei, doppi, gare a squadre, corsi, eccc) se ne accettano senza riserve i contenuti. La trasgressione, più o meno reiterata, di uno o più articoli di questo codice di comportamento comporterà il sanzionamento con una multa, la sospensione o l’espulsione del socio/utente trasgressore secondo quanto deciso dal Direttivo.

Iscrizioni e quote
Articolo 1

Per poter partecipare a qualsiasi attività organizzata, promossa o alla quale si partecipa in nome dell'Atomo, si deve essere in regola con la quota associativa per l'anno in corso.

Articolo 2

La quota associativa deve essere versata entro il 31/01 di ogni anno; dopo tale data, in caso di mancato pagamento, non viene garantito l'accesso alle attività rivolte agli associati.

Articolo 3

È possibile iscriversi all'Associazione anche durante l'anno con una riduzione dell'importo variabile a seconda del periodo. In ogni caso, solo il pagamento della quota annua dà diritto ad avere le tariffe soci e la priorità nell'iscrizione alle varie attività.

Articolo 4

I non soci che si iscrivono alle attività dell'Associazione si impegnano a versarne il pagamento secondo le modalità concordate con l'organizzazione.

Gare a squadre
Articolo 5

Per partecipare alle competizione a squadre per conto dell'Associazione, ciascun componente dovrà essere in regola con il pagamento della quota associativa. Il termine del 31/01 può non essere valido in caso di necessità di iscrizione in una data anteriore a questa. L'A.T.Omo. non iscriverà nessuna squadra i cui componenti non siano già in regola con la tessera associativa.

Articolo 6

I pagamenti delle tessere FIT devono essere fatte in anticipo e nei tempi stabiliti tramite comunicazione del Direttivo e del responsabile alle squadre agonistiche. L'Atomo non anticiperà più l'importo dei tesseramenti per cui sarà premura del giocatore essere in regola e informato.

Articolo 7

Il campo da gioco per le competizioni a squadre è il circolo/impianto concordato con il Direttivo e con l'associazione. (attualmente il TC Corvetto ma può variare nel codice dopo delibera del Direttivo o dell'assemblea dei soci senza necessita di modifica scritta). Ogni cambiamento deve essere concordato e motivato al Direttivo e al responsabile delle squadre.

Articolo 8

Il Direttivo non interviene nella gestione delle squadre se non per per far rispettare gli articoli del Codice e dello Statuto. Qualsiasi problema tecnico viene trattato e risolto dai componenti della squadra e, in caso di un mancato accordo, si chiede un parere del direttivo e del responsabile delle squadre.

Comportamenti in campo, doppi e tornei
Articolo 9

Nel rispetto degli altri soci, l'ingresso ai doppi domenicali deve avvenire entro le ore 17:45 con relativo pagamento anticipato. Dopo 3 ritardi, anche non consecutivi, scatta la sospensione per una giornata e ogni successivo ritardo comporta il pagamento di una multa di €5,00 senza il cui pagamento non si accede ai campi. Si ricorda inoltre che deve essere rispettato l'orario anche all'interno dello svolgimento dei doppi. Quindi alle ore 19:00 il primo match si interrompe per permettere il cambio per i nuovi accoppiamenti. Provvedimenti potranno essere presi anche in caso di poco rispetto degli orari.

Articolo 10

Non saranno tollerati, sia durante lo svolgimento dei doppi che dei tornei sociali o internazionali, comportamenti anti-sportivi. Insulti o violenze verbali ripetuti e verificate da testimoni o da membri del direttivo comporteranno sanzioni che vanno dalla sospensione dalle attività sociali fino all'espulsione dell'Associazione.

Articolo 11

Il ritiro dai doppi domenicali è possibile entro le ore 15.00 del sabato. Ogni successivo annullamento comporterà il pagamento del del 50% della quota. Senza il suddetto pagamento, da versare la prima domenica di partecipazione successiva al ritiro, non sarà permesso l'accesso ai campi.

Articolo 12

Il socio in regola col pagamento della quota annua ha diritto ai seguenti vantaggi rispetto ai non soci: priorità d'iscrizione alle attività, tariffe agevolate e comunicazioni dirette.

Articolo 13

Per quanto riguarda l'iscrizione ai tornei, valgono le medesime regole nella logica di un pagamento anticipato. Il Direttore/organizzatore del torneo si riserva il diritto di accettare o meno iscrizioni in ritardo a seconda delle motivazioni.

Membri del direttivo
Presidente
NICOLA C.

Vice Presidente
FABIOMASSIMO F.

Tesoriere
STEFANO R.

Direttore IGO
ALESSANDRO L.

Altri membri
CARLO B.
DANIELE F.
FABIO C.

News
18/10/2019 01:31

Streghe...

Le streghe son tornate!!!

14/10/2019 22:37

Nuovo sito ATOMO

Vieni a scoprire con noi il nuovo sito web della nostra associazione!